Alla scoperta della Terza Età in Europa, UNISULKY tra i partner del progetto europeo “DENTA PROJECT”

Diadmin

Alla scoperta della Terza Età in Europa, UNISULKY tra i partner del progetto europeo “DENTA PROJECT”

Condividi

UNISULKY, l’Università Popolare del Sulcis, rappresenterà la Sardegna e l’Italia come partner del progetto europeo “DENTA – Discovering European Neighbours in the Third Age” (“Scoperta dei vicini europei nella terza età”) che inizierà il prossimo 1° settembre 2019 e che sarà realizzato da 8 organizzazioni provenienti da 6 diversi paesi europei (Italia, Francia, Germania, Serbia, Romania e Bulgaria). “I risultati del progetto”  annunciano il presidente Nino Dejosso e il direttore Fabrizio Palazzari,  “forniranno una visione più approfondita della vita delle persone nella terza età in Europa, nella diversità delle loro condizioni di vita, delle loro attività per il tempo libero e delle loro sfide quotidiane(finanziarie, sociali, sanitarie e legate alla salute)”.

L’obiettivo del progetto è quello di scoprire la vita quotidiana delle persone di età compresa tra 60 e 90 anni in diversi paesi europei. Con la finalità di condurre a studi più approfonditi in questo campo e, più in generale, porterà le persone a un mutuo riconoscimento delle proprie esperienze e sentirsi esse stesse “europee”, condizione che è la base per la pace comune in Europa.

Nel primo dei sei incontri internazionali, in programma a Sofia (Bulgaria) a fine ottobre, i partner decideranno come strutturare le interviste e chi saranno intervistati (genere, area vivente, background sociale, ad esempio) per fornire una base per il confronto. I risultati di queste interviste saranno presentati ad un pubblico più ampio sotto forma di testi, foto e videoclip su un sito Web.

Ogni organizzazione partner individuerà delle persone di età compresa tra i 60 e i 90 anni pronte per essere intervistate dagli associati over 45 della loro università della terza età, da studenti e alunni di altre organizzazioni educative o dai partner associati che supportano l’idea del progetto.
Ogni partner formerà inoltre dei gruppi di apprendimento stabili. Gli studenti condurranno le interviste e le documenteranno in forma scritta, per presentare i testi usando nuovi media e tradurli. Questa procedura avrà un triplice effetto: le persone intervistate gli over 60+ si sentiranno apprezzate, le persone di età superiore a 45 anni che conducono le interviste dovranno riflettere sulla loro “terza età” e le persone più giovani (studenti e alunni) impareranno a conoscere un’età, che è legati alla vita dei propri nonni.
I giovani porteranno nuove prospettive e conoscenza, in particolare dei nuovi media, che possono essere fonte di ispirazione per le persone di età compresa tra 45 e 60 anni. Il dialogo intergenerazionale sarà promosso con benefici per tutti.
Verrà fornita formazione su come fare interviste con persone di età compresa tra 60 e 90 anni, come documentare e presentare le interviste per iscritto, come tradurre i testi nelle altre lingue e come fare foto digitali e video clip. La sessione di formazione sarà offerta a livello nazionale. I risultati del progetto in corso saranno presentati e discussi durante le sei riunioni dei partner.

La comunicazione transnazionale sarà in inglese,  i giovani e gli studenti con la conoscenza di qualsiasi altra lingua dei partner di progetto potranno assumere il ruolo del mediatore linguistico. Alla fine ci sarà una raccolta di 120 interviste e 24 casi studio approfonditi. La metodologia del progetto, i risultati delle interviste e dell’analisi dei dati di contesto saranno pubblicato sul sito web del progetto. I risultati saranno diffusi attraverso le newsletter digitali delle reti nazionali e internazionali dei soci membri e presentati a livello nazionale e in conferenze internazionali. Lo scopo è quello di ispirare altri fornitori di servizi di formazione per adulti a iniziare tali attività di gruppo a livello regionale o applicarle in ulteriori forme di cooperazione con le città gemellate e con le scuole.

Questo progetto fornirà una panoramica delle condizioni di vita degli anziani nei diversi paesi europei, invitando le persone a riflettere di più sulla propria vita e sulle persone anziane che conoscono. Contribuirà a favorire una migliore comprensione delle condizioni di vita dei vicini europei nella terza età. Ispirerà i ricercatori al fine di condurre studi più approfonditi in questo campo e, più in generale, porterà le persone a un mutuo riconoscimento delle proprie esperienze e a sentirsi esse stesse “europee”, condizione che è la base per la pace comune in Europa.

Info sull'autore

admin administrator

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi